MESSAGGIO DEL SANTO PADRE FRANCESCO I GIORNATA MONDIALE DEI POVERI Domenica XXXIII del Tempo Ordinario 19 novembre 2017   Non amiamo a parole ma con i fatti   1. «Figlioli, non amiamo a parole né con la lingua, ma con i fatti e nella verità» (1 Gv 3,18). Queste parole dell’apostolo Giovanni esprimono un imperativo da cui nessun cristiano può prescindere. La serietà con cui il “discepolo amato” trasmette fino ai nostri giorni il comando di Gesù è resa ancora più accentuata per l’opposizione che rileva tra le parole vuote che spesso sono sulla nostra bocca e i fatti concreti con i quali siamo inveceLEGGI TUTTO

Il desiderio di un’esperienza di volontariato al di fuori dei confini italiani è nato in me qualche anno fa. Dapprima leggevo con ammirazione le storie di altre persone che erano partite, ma non mi consideravo capace di una tale “impresa”. A volte mi davo solo delle scuse “vorrei tanto, ma….”, probabilmente non ci credevo fino in fondo. Col tempo questo desiderio si è fatto sempre più forte fino a diventare una convinzione: “partirò anch’io!”. Una volta raggiunta questa consapevolezza, però, ho cominciato ad interrogarmi in merito al come, dove, quando. Dopo aver brancolato nel buio per un periodo, ho finalmente visto la luce; ho iniziatoLEGGI TUTTO

Maria Grazia Rassu per Vides Padova 18 Settembre 2017   Cumuli di nulla in una Europa molle Sfogliando il Messaggero di Sant’Antonio, vengo colpita da una poesia mirabilmente mutuata dal Vangelo. La riporto così come la trovo scritta Distacco, rinuncia, ascesi – questo sarebbe già volare troppo alto. Non prender nota delle offerte speciali, puro piacere! Non emergere da nessuna parte, tralasciare il più – Acquisto di conoscenza tramite gesti di rifiuto. Solo chi non vede tante cose può vedere qualcosa. L’IO: una forma cava, definita da ciò che tralascia. Quel che si può tener stretto, quel che ci tiene stretti è il meno. AssocioLEGGI TUTTO